Interested in Cryptocurrency?
Visit best CoinMarketCap alternative. Real time updates, cryptocurrency price prediction...

LAURA PAUSINI lyrics - Entre Tú Y Mil Mares

Come Si Fa

Original and similar lyrics
te l'avevo detto che capitava anche a noi dicono che il nome e' crisi dei tre anni e poi sembra faccia bene sai serve a far riflettere con te io ci riproverei ma e' presto per decidere e ora cosa siamo noi voci in un telefono e mentre parliamo qui accanto a me t'immagino a volte non so più chi sei ne che lineamenti hai chi può dire come andrà l'ho già chiesto al cuore e non lo sa come si fa a dirsi addio se proprio adesso amore mio io penso a te tu pensi a me che fine strana e' questa qua come si fa a dare il via a questa lunga anestesia che ci addormenta insieme ma da soli poi ci sveglierà e ora cosa siamo dentro noi solo un fiume di malinconia quanto amore ancora ti darei ma quanto amore abbiam buttato via ed io per non soffrire più strappo la fotografia che e' finita dillo tu ma il coraggio in fondo chi ce l'ha come si fa a dirsi addio e a ritornare ognuno suo dopo che insieme abbiam vissuto solo di felicità come si fa a non dire si per poi spaccarsi in due cosi' io qua tu la davanti a due finestre in mezzo a due città diverse noi come si fa amore mio come si fa a dirsi addio se proprio adesso amore mio io penso a te tu pensi a me che fine strana e questa qua non dirmi come si fa a dirsi addio ora lo so amore mio io perdo te tu perdi me perché mi lasci qui da sola come si fa amore mio come si fa a dirsi addio e a ritornare ognuno suo dopo che insieme abbiam vissuto solo di felicità te l'avevo detto che capitava anche a noi un amore immenso che se anche un giorno ci si lascia, non finisce mai

Notte Prima Degli Esami

Antonello Venditti
Io mi ricordo quattro ragazzi con la chitarra e un pianoforte sulla spalla... come i pini di Roma la vita non li spezza questa notte e ancora nostra, ma come fanno le segretarie con gli occhiali a farsi sposare dagli avvocati... le bombe delle sei non fanno male è solo il giorno che muore(2 v.) Gli esami sono vicini e tu sei troppo lontana dalla mia stanza... tuo padre sembra Dante e tuo fratello Ariosto stasera al solito posto la luna sembra strana.. sarà che non ti vedo da una settimana. Maturità t'avessi preso prima le mie mani sul tuo seno è fitto il tuo mistero.. e il tuo peccato originale come i tuoi calzoni americani... non fermare ti prego le mie mani ,sulle tue cosce tese... chiuse come le chiese...quando ti vuoi confessare.. Notte prima degli esami ,notte di polizia.. certo qualcuno te lo sei portato via... Notte di mamme e di papà col biberon in mano notte di nonne alla finestra.. ma questa notte è ancora nostra...,notte di giovani attori di pizze fredde e di calzoni... notte di sogni di coppe e di campioni... Notte di lacrime e preghiere ...la matematica non sarà mai il mio mestiere! ...e gli aerei volano in alto tra New York e Mosca...ma questa notte è ancora nostra Claudia non tremare ,non ti posso far male...se l'amore è amore... Si accendono le luci qui sul palco ma quanti amici in torno..che viene voglia di cantare forse cambiati certo un po' diversi...ma con la voglia ancora di cambiare se l'amore è amore...

Canzoni Stonate

ANDREA BOCELLI "Amore"
Canto solamente insieme a pochi amici Quando ci troviamo a casa e abbiam bevuto Non pensare che ti abbiam dimenticato Proprio ieri sera parlavamo di te Camminando verso casa mi sei tornata in mente A letto mi son girato e non ho ditto niente E ho ripensato alla tua voce così fresca e strana Che dava al nostro gruppo qualcosa di più Enrico che suona, sua moglie fa il coro Giovanni come sempre ascolta stonato com’è Canzoni d’amore che fanno ancora bene al cuore Noi stanchi ma contenti Se chiudi gli occhi forse tu ci senti anche da lì L’altra domenica siamo andati al lago Ho preso anche un luccio grande Che sembrava un drago Poi a sera in treno abbiam cantato piano Quell pezzo Americano che cantavi tu Canzoni stonate parole sempre un po’sbagliate Ricordi quante serate passate così Se chiudi gli occhi forse tu ci senti anche da lì Canzoni d’amore che fanno ancora bene al cuore diciamo quasi sempre qualche volta no qualche volta no Canzoni stonate parole sempre un po’sbagliate Ricordi quante serate passate così

Tamburi Lontani

Claudio Baglioni
Ognuno ha il suo tamburo un solo ritmo un canto della comune solitudine che noi mettemmo insieme a starci un poco accanto su questa via dell'abitudine... Il tempo vince sempre il tempo lui soltanto si muove e noi restiamo immobili finché ci porta un suono atteso chissà quanto e ci promettiamo indivisibili... Alberi che sfilano come persone care fantasmi della strada devi prendere o lasciare sì comunque vada non come volevi... Battono i tamburi battono più lontani è giusto così non chiesi mai qualcuno che comprasse la mia infelicità - tam tam tam - non piansi mai davanti alla tristezza ma verso l'onestà... - tam tam tam - Dimmelo anche tu che il tempo non ci ha sconosciuto male e bene mio che dopo ti hanno amato meglio sì ma non di più di tutto il poco che ho potuto io... Vieni padre mio usciamo a fare un giro e guida tu e guarda avanti e non parliamo più albero padre con un ramo solo... E come tutto torna e come tutto passa le cose cambiano per vivere e vivono per cambiare il mare s'alza e abbassa e mai una goccia si va a perdere... Ed ogni giorno siamo dietro ad una cassa a dare il resto e poi sorridere un ballo senza fiato se la banda passa e finché non smetti di rincorrere... E le storie muoiono quando c'è più paura di perdersi che voglia di tenersi e com'è dura quella soglia e come siamo noi diversi... Cambiano le scene cambiano le battute e anche i battuti io non potrò incontrarvi in nessun luogo in nessun'altra età - tam tam tam - fermar l'urgenza del mio cuore il cuore di un uomo a metà... - tam tam tam - Pensa amore mio che t'insegnai mille altri cieli e non seppi mai soffiarti vento sulle ali aspettai un addio e un giorno di lasciarmi ti lasciai... Credi figlio mio mi mancano i tuoi baci che non ho e sono i soli baci che io so piccolo figlio... E tu compagno dalle orecchie a punta io ti parlai di me come a un fratello a cui ci si racconta io non ne avevo e allora presi te e quella tua sgomenta e nostra malattia di vivere... Giura amico mio che glielo metteremo ancora lì a questa vita che va via così senza aspettarci... Tam tam tam tam tam tam tam tam... tam tam tam tam tam tam tam tam...

Notte Sola

Cattivi Pensieri
Fra le pareti di casa mia che malinconia il mio maglione che sa di te non mi telefoni dalle tre dimenticata da te per un amico che non ho cercato di fermare... Come mai... Ma tu solo tu tu che non senti ragioni tu che non hai emozioni tu solo tu Notte sola di notte senza te ma questa notte non e' una notte perche' e' senza te di notte sola di notte senza te ma questa notte non sara' notte se non stai con me ho il mio maglione che sa di te non mi telefoni dalle tre amore mio perdonami... Buona fortuna hai scritto tu certo lui ti amera' di piu' parole ironiche sparate a freddo dentro un bar e mi hai mollata cosi' con quella musica che usciva fuori da una radio piango in silenzio per te... Ma tu solo tu tu che non senti ragioni tu che non hai emozioni tu solo tu Notte sola di notte... Sono nel letto e penso che perdo la testa qui senza di te amore mio perdonami... Fra le pareti di casa mia c'e' solo tanta malinconia e guarda che casino questa vita qua amore mio perdonami...

Dopo Lamore

Buonocore Nino
A.Buonocore/M. De Vitis A.Buonocore Dopo l'amore ognuno è da solo quando il silenzio ci trova abbracciati così fragili e indifesi, con gli occhi ancora chiusi a cercare tra la nebbia un po' di noi un po' di noi... Dopo l'amore ritornano le nuvole la naturale incertezza del vivere E in un attimo puoi perderti tra i viaggi della mente e rivederti solo... confuso tra la gente... oppure abbandonarti e non pensare a niente Seguire il tuo respiro è quello che mi basta Dopo l'amore è l'amore che resta... Dopo l'amore ognuno torna sui suoi passi per il bisogno comune di interpretarsi.

Was it funny? Share it with friends!