Fiorello lyrics

Finalmente Tu

Original and similar lyrics
Cadono dall'orologio i battiti e non finiscono mi dividono da quegli immensi attimi rinchiusi nelle braccia tue. Corrono manovre incomprensibili che poi si perdono nel telefono quegli occhi tuoi invisibili ancora più distante tu Ma tu dove sei, ogni giorno più difficile il tempo senza te, ma tu tornerai, io posso già distinguere più vicini ormai, io sento i passi tuoi. E poi finalmente tu tirar tardi sotto casa e di corsa sulle scale verso te. Un minuto ancora e poi uno sguardo tra di noi voglio guardare addormentarsi gli occhi tuoi. Corrono dell'orologio i battiti Che mi riportano per un attimo a ricordare i fremiti irraggiungibile realtà Ma tu dove sei, ogni giorno più difficile il tempo senza te, ma tu tornerai, io posso già distinguere più vicini ormai, io sento i passi tuoi. E poi finalmente tu tirar tardi sotto casa e di corsa sulle scale insieme a te. Un minuto ancora e poi uno sguardo tra di noi voglio guardare addormentarsi gli occhi tuoi... gli occhi tuoi... gli occhi tuoi... gli occhi tuoi... gli occhi tuoi.

Il Gigante

Bucci Antonella
Buccigrossi-Caprioli-Sosero E mi sembra di sentire i passi di un gigante la tua ombra antica e per me così importante ti ricordo forte e grande senza paure ma i tuoi occhi stanchi riflettivano l'età e sarà come se si spegnesse la l'assenza sento già i brividi come quando tu mi coccolavi mi facevi addormentare mi vien voglia di gridare contro il tempo che mi inganna tu che mi hai lasciato sola dove sei Ora più che mai sento il vuoto ho una vita mia tanti amici e tanto niente e mi manca la tua armonica la tua allegria nei tuoi occhi poi mi rifugiavo sempre che fatica crescere fingere di far la dura con la gente e vivere io da sola io così insicura se tu adesso fossi qui parleremmo ancora insieme tu che mi hai lasciato sola tu che vivi oltre il tempo Dove sei Mi manchi sempre di più

Un Bacio Nuovo

GIGI D'AGOSTINO
Negli occhi miei Ormai ci sei Chissa se con lo stesso sguardo Vedi me negli occhi tuoi Allora si Io devo dirtelo Mentre provavo a non pensarti Ti pensavo sempre piu Siamo un po' troppo vicini adesso per scappare via Tu non lo sai Prima di te C'é stato un altro che ha lasciato Le ferite dentro me Non avere paura giuro sono qui a difenderti Con il tempo guariro il tuo cuore cancellando i lividi E per tutti i giorni che verranno ti respirero Io ti dirole cose dette mai Di questo amore noi saremo gli angeli Il mio petto da cuscino Per la vita ti fara Sembra cominciata gia Una storia senza fine Faro girare il mondo intorno a noi Arrivera Natale senza nuvole Le domeniche d'agosto Quanta neve che cadra E nel tempo che verra' Il mio cuore ti sorprendera Che freddo fa Stringimi un po' Riaccendi tutti i desideri quasi spenti dentro me Con le dita sfioro i tuo profilo poi mi fermo un attimo Per giocare con i tuoi capelli che nel vento volano Prima di scoprire un bacio nuovo che sapore avro'

Questa La Mia Casa

Jovanotti
O signore dell'universo ascolta questo figlio disperso che ha perso il filo e non sa dov'è e che non sa neanche più parlare con te. Ho un Cristo che pende sopra il mio cuscino e un Buddha sereno sopra il comodino conosco a memoria il Cantico delle Creature grandissimo rispetto per le mille sure del Corano; c'ho pure un talismano che me l'ha regalato un mio fratello africano e io lo so che tu da qualche parte ti riveli che non sei solamente chiuso dietro ai cieli e nelle rappresentazioni umane di te a volte io ti vedo in tutto quello che c'è e giro per il mondo tra i miei alti e bassi e come Pollicino lascio indietro dei sassi sui miei passi per non dimenticare la strada che ho percorso fino ad arrivare qua e ora dove si va adesso si riparte per un'altra città. Voglio andare a casa LA CASA DOV'E'??? La casa dove posso stare Io voglio andare a casa LA CASA DOV'E'??? La casa dove posso stare con pace con te. O Signore dei viaggiatori ascolta questo figlio immerso nei colori che crede che la luce sia sempre una sola che si distende sulle cose e le colora di rosso di blu di giallo di vita dalle tonalità di varietà infinita ascoltami proteggimi ed il cammino quando è buio illuminami sono qua in giro per la città e provo con impegno a interpretare la realtà cercando il lato buono delle cose cercandoti in zone pericolose ai margini di ciò che è convenzione di ciò che è conformismo di ogni moralismo yeahhh e il mondo mi somiglia nelle sue contraddizioni mi specchio nelle situazioni e poi ti prego di rivelarti sempre in ciò che vedo io so che tu mi ascolti anche se a volte non ci credo Voglio andare a casa LA CASA DOV'E'??? La casa dove posso stare Io voglio andare a casa LA CASA DOV'E'??? La casa dove posso stare con pace con te. O Signore della mattina che bussa sulle palpebre quando mi sveglio mi giro e mi rigiro sopra il mio giaciglio e poi faccio entrare il mondo dentro me e dentro al mondo entro fino a notte barriere confini paure serrature cancelli dogane e facce scure sono arrivato qua attraverso mille incroci di uomini di donne di occhi e di voci il gallo che canta e la città si sveglia ed un pensiero vola giù alla mia famiglia e poi si allarga fino al mondo intero e poi su vola alto fino al cielo il sole la luna e Marte e giove saturno coi suoi anelli e poi le stelle nuove e quelle anziane piene di memoria che con la loro luce hanno fatto la storia gloria a tutta l'energia che c'è nell'aria Questa è la mia casa LA CASA DOV'E' la casa dove posso portar pace Io voglio andare a casa la CASA DOV'E' Questa è la mia casa LA CASA DOV'E' la casa dove posso stare in pace con te.

Devo Avere Una Casa Per Andare In Giro Per Il Mondo

Assalti Frontali
E ogni giorno mando giù un po' di veleno, ogni giorno io che amo l'armonia e vado un po' a giocare con la mia follia non mi pare il caso di passare la vita assetati sotto il potere dei falliti ohooohh c'è guerriglia in cima a via Rousseau e arrivano da tutta Roma arriva anche il questore in persona ora, ora che ci hai tolto la parola prima di partire così ci copriamo il volto per farci vedere devo sentirmi di morire a volte per rinascere più forte tra le tue rovine e mando giù veleno ogni giorno devo avere una case per andare in giro per il mondo vedo il confine lontano corro le gambe che mi pesano come in un sogno ma se rallento sento il fiato sul collo non mollo ho il noie dentro gli occhi forse è un riflesso di specchi la luce quando è tanta abbaglia è come il buio mi trovo allo sbaraglio devo tirare fuori il meglio di me dimmi io sono pronto ad andare avanti vuoi seguirmi? in giro per il mondo c'è nascosto il senso dei modi di vita all'apparenza senza è il conflitto per la sopravvivenza questa è la spiegazione la gabbia è la nazione prima ci tirano gli avanzi poi ci osservano sbranarci questa, questa è la mia casa e ce ne andiamo in giro camminando al centro della strada questa è la mia casa il cuore scoppia do calci alla porta non c'è solidarietà senza rivolta madre, madre hei questo fuoco mi uccide cose mi succede la miseria della sana vita quotidiana uccide la casa esplode cosa mi succede sarò un pazzo rimpianti tanti forse ma nessun rimorso quando do e non chiedo il prezzo perché so che ti terrò tra le cose più care che ho e arrivi per restare come una sorpresa attesa questa è la mia casa le sorelle guardano negli occhi puoi vedere i prepotenti diventare vigliacchi quante volte devo essere umiliato per capire l'importanza dei conflitti la mentalità da vinti porta nella notte dove tutti i gatti sono grigi la terra non è ferma gira i popoli si spostano la gente è viva anche se alla deriva nuota oppure affoga è cosa nota osserva queste piazze una stupenda miscela di razze le colora ora scorda la paura e guarda in faccia il vero in questo viaggio di sola andata ognuno scelga il suo volo per non restare con in mano niente per quanto mi riguarda corro il rischio di frequente questa, questa e la mia casa e ce ne andiamo in giro camminando al centro della strada questa è la mia casa il cuore scoppia do calci alla porta non c'è solidarietà senza rivolta.

Sarà Settembre (September Morn)

ANDREA BOCELLI "Passione"
So che te ne vai Me lo dicon gli occhi tuoi Eppure è stato cosi dolce il tempo con te Poi ti porti via tutta la mia felicità Ha già deciso e cosi mià Vai con l’estate ma Settembre già Domani tutto sembrerà normale qua Forse non ci sarà neppure amore mio Tempo per abbracciarti ancora e dirti addio No, non piangerò Io sarò forte, vedrai Non preoccuparti se il mio viso sembra stanco sai Non, no ho dormito perchè davanti avevo gli occhi tuoi Quegl´ occhi che guardano al trove, lontano da me Settembre ormai E qui se prende con l’estate i sogni miei Tutto sembra tranquillo e invence te ne vai Settembre passerà ma tu non tornerai Lontano da me Settembre ormai Ha messo via vacanze, amore sogni e poi Si è ricordato di due amanti come noi E ha detto al sole tropo caldi i raggi tuoi Settembre già Domani tutto sembrerà normale Ma, forse non ci sarà, neppure amore mio Tempo per abbracciarti ancora e dirti addio Tempo per abbracciarti ancora e dirti addio

Was it funny? Share it with friends!