Interested in Cryptocurrency?
Visit best CoinMarketCap alternative. Real time updates, cryptocurrency price prediction...

Antonello Venditti lyrics

Mitico Amore

Original and similar lyrics
Mitico amore Dove sei stato Sei nel presente o nel passato Sei tutto intero o sei ferito E quante volte mi hai tradito Sono le lacrime che fanno male Quando mi stringi sul tuo cuore Sono due lacrime che ci dividono Quando mi prendi e gridi amore Mitico amore Dove sei stato Sei come un angelo smarrito Chi ti ha spezzato, chi ti ha colpito Se questa notte chiedi aiuto E' ritornato il tempo di stare ancora insieme Di restare qui Come ogni notte ad aspettarti Si io resto qui mitico amore Amore, amore amore, io ti ringrazio Di questo tempo e questo spazio Mitico sogno dell'universo Ecco mi sono ancora perso E' ritornato il tempo di stare ancora insieme La notte passerà e non avrei paura Di restare qui dentro il mio sogno ad aspettarmi Si io resto qui mitico amore

Il Mio Amore Per Te

Bucci Antonella
Jean Jacques Goldman Ora siediti lì ed ascolta anche me non finisce così la mia storia con te tutto cambia lo so, questa volta però c'ho messo l'anima e la difenderò Ho bisogno di te più dell'aria che c'è adesso tu sai Nel tuo cuore starò che tu lo voglia o no nei passi che avrai senza ieri nei poi al tuo tempo darò tutto il tempo che ho e vivrà quanto me il mio amore per te Ma l'hai scelto anche tu di far parte di me e ti dico di più io non gioco con te non ricordo più chi mi diceva che gl'altri fan così ma io non sono gl'altri e non si fermerà, non si rovinerà almeno per noi Nel tuo cuore starò che tu lo voglia o no nei passi che avrai senza ieri nè poi al tuo tempo darò tutto il tempo che ho e vivrà quanto me il mio amore per te io mi nasconderò nel bagaglio che avrai nei pensieri che fai nelle tasche che hai e se perdi la via troverò la magia che trascini con se il mio amore per te Io ti riaccenderò se ti spegnerai la regina sarò di ogni sogno che avrai io mi trasformerò nella donna che vuoi tra le braccia terrò i dolori che hai e se serve di più darò ancora di più morirà insieme a me il mio amore per te

Secondo Imbrunire

Battiato Franco
Quei muri bassi di pietra lavica arrivano al mare e da qui ci passava ogni tanto un bagnante in estate. Sciara delle Ginestre esposte al sole passo ancora il mio tempo a osservare i tramonti e vederli cambiare in Secondo Imbrunire. E il cuore quando si fa sera muore d'amore non ci vuole credere che è meglio stare soli. Cortili e pozzi antichi tra i melograni chiese in stile normanno e una vecchia caserma dei carabinieri. Passano gli anni e il tempo delle ragioni se ne sta andando per scoprire che non sono ancora maturo nel Secondo Imbrunire. E il cuore quando si fa sera muore d'amore non si vuol convincere che è bello vivere da soli.

Sarà Settembre (September Morn)

ANDREA BOCELLI "Passione"
So che te ne vai Me lo dicon gli occhi tuoi Eppure è stato cosi dolce il tempo con te Poi ti porti via tutta la mia felicità Ha già deciso e cosi mià Vai con l’estate ma Settembre già Domani tutto sembrerà normale qua Forse non ci sarà neppure amore mio Tempo per abbracciarti ancora e dirti addio No, non piangerò Io sarò forte, vedrai Non preoccuparti se il mio viso sembra stanco sai Non, no ho dormito perchè davanti avevo gli occhi tuoi Quegl´ occhi che guardano al trove, lontano da me Settembre ormai E qui se prende con l’estate i sogni miei Tutto sembra tranquillo e invence te ne vai Settembre passerà ma tu non tornerai Lontano da me Settembre ormai Ha messo via vacanze, amore sogni e poi Si è ricordato di due amanti come noi E ha detto al sole tropo caldi i raggi tuoi Settembre già Domani tutto sembrerà normale Ma, forse non ci sarà, neppure amore mio Tempo per abbracciarti ancora e dirti addio Tempo per abbracciarti ancora e dirti addio

Black Out

Francesco Guccini
F.Guccini La luce è andata ancora via, ma la stufa è accesa, e così sia a casa mia tu dormirai, ma quali sogni sognerai con questa luna che spaccherà in due le mie risate e le ombre tue i miei cavalli ed i miei fanti, il tuo essere sordo ed i tuoi canti tutti i ghiaccioli appesi ai fili, tutti i miei giochi e i tuoi monili i campanili, i pazzi, i santi e l'allegria. E non andrà il televisore; cosa faremo in queste ore? rumore attorno non si sente, giochiamo a immaginar la gente corriamo a fare gli incubi indiscreti, curiosi d'ozi e di segreti, di quei pensieri quotidiani che a notte il sonno fa lontani o che nei sogno sopra a un viso, diventan urlo od un sorriso il paradiso, inferno, mani, l'odio e amore. Avessi sette vite a mano, in ogni casa entrerei piano e mi farei fratello o amante, marito, figlio, re, brigante o mendicante o giocatore poeta, fabbro, papa, agricoltore. Ma ho questa vita e il mio destino e ora cavalco l'Appennino e grido al buio più profondo la voglia che ho di stare al mondo in fondo è proprio un gran bel gioco a fare l'amore tanto e non bere poco. E questo buio, che sollievo, ci dona un altro medio-evo io levo dall'oscurità tutta la nostra civiltà velocità di macchine a motore, follia di folla e di rumore e metto ritmi più lontani, di bestie, legni e suoni umani odore d'olio e di candele, fruscio di canapi e di vele il miele, il latte, i pani e il vino vero. Ma chissà poi se erano quelli davvero tempi tanto belli o caroselli che giriamo per l'incertezza che culliamo in questa giostra di figure e suoni, di luci e schermi da illusioni di baracconi in bene o in male, di eterne fughe dal reale che basta un po' d'oscurità per darci la serenità semplicità, sapore sale e ritornelli. Non voglio tante vite a mano, mi basta questa che viviamo comuni giorni intensi o pigri, gli specchi ambigui dei miei libri le tigri della fantasia, tristezze ed ottimismo ed ironia. Ma quante chiacchiere stavolta, che confusione a ruota sciolta io so che è un pezzo che parliamo, ma è tanto bello non dormiamo beviamo ancora un po' di vino, che tanto tra due sorsi è già mattino. Su sveglia e guardati d'attorno, sta già arrivando il nuovo giorno lo storno e il merlo son già in giro, non vorrai fare come il ghiro non c'è black-out e tutto è ormai finito, e il vecchio frigo è ripartito con i suoi toni rochi e tristi scatarra versi futuristi lo so siam svegli ormai da allora, ma qualche cosa manca ancora finiamo in gloria amore mio, e dopo, a giorno fatto, dormo anch'io.

Solo Una Volta

Alex Britti
C'era la luna, c'erano le stelle c'era una nuova emozione sulla pelle c'era la notte, c'erano i fiori anche al buio si vedevano i colori c'era la voglia di stare ancora insieme forse per gioco comunque ci viene andare in giro mano nella mano e raccontarci che per noi il mondo è strano. C'era una volta, o forse erano due c'era una mucca, un asinello e un bue c'era una notte con una sola stella però era grande, luminosa e bella e se ci va magari andiamo al mare così nell'acqua potremo sguazzare e poi nuotare, e fare il morto a galla controlleremo se la luna è ancora gialla. Sì.. E mentre gli altri ancora dormono magari sognano di noi e mentre il cielo si schiarisce noi guarderemo stanotte che finisce. CHORUS Il tempo va, passano le ore, e finalmente faremo l'amore solo una volta o tutta la vita speriamo prima che l'estate sia finita Il tempo va, passano le ore, vorrei poter non lavare l'odore di questa notte ancora da capire però peccato che dovrà finire. Se tutto passa, o tutto è già passato peccato che non l'ho ancora capito anche se non sei più tra le mie dita stanotte la ricorderò tutta la vita e se domani sentirò la tua mancanza sarà perchè non ho più un cielo nella stanza avrò una foto per ricordare di quanto quella notte ti potevo dire. CHORUS Se non ho più parole nel cassetto una poesia che non ho mai letto un'avventura da raccontare quando non avrò più niente da dire e quando andrò a piedi nudi per strada comunque sia, comunque vada, ogni volta che tornerò al mare avrò qualcosa da ricordare.

Was it funny? Share it with friends!