ANDREA BOCELLI lyrics - Passione

Sarà Settembre (September Morn)

Original and similar lyrics
So che te ne vai Me lo dicon gli occhi tuoi Eppure è stato cosi dolce il tempo con te Poi ti porti via tutta la mia felicità Ha già deciso e cosi mià Vai con l’estate ma Settembre già Domani tutto sembrerà normale qua Forse non ci sarà neppure amore mio Tempo per abbracciarti ancora e dirti addio No, non piangerò Io sarò forte, vedrai Non preoccuparti se il mio viso sembra stanco sai Non, no ho dormito perchè davanti avevo gli occhi tuoi Quegl´ occhi che guardano al trove, lontano da me Settembre ormai E qui se prende con l’estate i sogni miei Tutto sembra tranquillo e invence te ne vai Settembre passerà ma tu non tornerai Lontano da me Settembre ormai Ha messo via vacanze, amore sogni e poi Si è ricordato di due amanti come noi E ha detto al sole tropo caldi i raggi tuoi Settembre già Domani tutto sembrerà normale Ma, forse non ci sarà, neppure amore mio Tempo per abbracciarti ancora e dirti addio Tempo per abbracciarti ancora e dirti addio

Mitico Amore

Antonello Venditti
Mitico amore Dove sei stato Sei nel presente o nel passato Sei tutto intero o sei ferito E quante volte mi hai tradito Sono le lacrime che fanno male Quando mi stringi sul tuo cuore Sono due lacrime che ci dividono Quando mi prendi e gridi amore Mitico amore Dove sei stato Sei come un angelo smarrito Chi ti ha spezzato, chi ti ha colpito Se questa notte chiedi aiuto E' ritornato il tempo di stare ancora insieme Di restare qui Come ogni notte ad aspettarti Si io resto qui mitico amore Amore, amore amore, io ti ringrazio Di questo tempo e questo spazio Mitico sogno dell'universo Ecco mi sono ancora perso E' ritornato il tempo di stare ancora insieme La notte passerà e non avrei paura Di restare qui dentro il mio sogno ad aspettarmi Si io resto qui mitico amore

Il Gigante

Bucci Antonella
Buccigrossi-Caprioli-Sosero E mi sembra di sentire i passi di un gigante la tua ombra antica e per me così importante ti ricordo forte e grande senza paure ma i tuoi occhi stanchi riflettivano l'età e sarà come se si spegnesse la l'assenza sento già i brividi come quando tu mi coccolavi mi facevi addormentare mi vien voglia di gridare contro il tempo che mi inganna tu che mi hai lasciato sola dove sei Ora più che mai sento il vuoto ho una vita mia tanti amici e tanto niente e mi manca la tua armonica la tua allegria nei tuoi occhi poi mi rifugiavo sempre che fatica crescere fingere di far la dura con la gente e vivere io da sola io così insicura se tu adesso fossi qui parleremmo ancora insieme tu che mi hai lasciato sola tu che vivi oltre il tempo Dove sei Mi manchi sempre di più

Musica E

EROS RAMAZZOTTI "Eros (Spanish)"
musica è guardare più lontano e perdersi in se stessi la luce che rinasce e coglierne i riflessi su pianure azzurre si aprono su più su i miei pensieri spaziano ed io mi accorgo che che tutto intorno a me, a te musica è la danza regolare di tutti i tuoi respiri su di me la festa dei tuoi occhi appena mi sorridi tu e il suono delle labbra tue tu sempre di più quell'armonia raggiunta in due ti ascolterò perché sei musica per me, per me. io sento ancora le voci della strada dove son nato mia madre quante volte mi avrà chiamato ma era più forte il grido di libertà e sotto il sole che fulmina i cortili le corse polverose dei bambini che di giocare non la smettono più io sento ancora cantare in dialetto le ninne nanne di pioggia sul tetto tutto questo per me questo dolce arpeggiare è musica da ricordare è dentro di me... fa parte di me... cammina con me è musica è l'amico che ti parla quando ti senti solo sai che una mano puoi trovarla. è musica è da conservare, da salvare insieme a te senti più siamo in tanti e più in alto sale un coro in lingua universale dice che dice che anche del cielo han bucato la pelle lo senti è l'urlo delle stelle forse cambierà nella testa della gente la mentalità di chi ascolta ma non sente prima che il silenzio scenda su ogni cosa quel silenzio grande dopo l'aria esplosa perché un mondo senza musica non si può neanche immaginare perché ogni cuore anche il più piccolo è un battito di vita e d'amore che musica è...

Secondo Imbrunire

Battiato Franco
Quei muri bassi di pietra lavica arrivano al mare e da qui ci passava ogni tanto un bagnante in estate. Sciara delle Ginestre esposte al sole passo ancora il mio tempo a osservare i tramonti e vederli cambiare in Secondo Imbrunire. E il cuore quando si fa sera muore d'amore non ci vuole credere che è meglio stare soli. Cortili e pozzi antichi tra i melograni chiese in stile normanno e una vecchia caserma dei carabinieri. Passano gli anni e il tempo delle ragioni se ne sta andando per scoprire che non sono ancora maturo nel Secondo Imbrunire. E il cuore quando si fa sera muore d'amore non si vuol convincere che è bello vivere da soli.

I Giardini Di Marzo

Lucio Battisti "Si Viaggiare 1972-1977"
Il carretto passava e quell' uomo gridava 'gelati!' al ventuno del mese i nostri soldi erano già finiti io pensavo a mia madre e rivedevo i suoi vestiti il più bello era nero e coi fiori non ancora appassiti All' uscita di scuola i ragazzi vendevano i libri io restavo a guardarli cercando il coraggio per imitarli poi sconfitto tornavo a giocar con la mente e i suoi tarli e la sera al telefono tu mi chiedevi: perchè non parli? Che anno è, che giorno è questo è il tempo di vivere con te le mie mani come vedi non tremano più e ho nell' anima in fondo all' anima cieli immensi, e immenso amore e poi ancora ancora amore amor per te fiumi azzurri e colline e praterie dove corrono dolcissime le mie malinconie l' universo trova spazio dentro me ma il coraggio di vivere quello ancora non c'è. I giardini di marzo si vestono di nuovi colori e le giovani donne in quel mese vivono nuovi amori camminavi al mio fianco ad un tratto dicesti: tu muori Se mi aiuti son certa che io ne verro fuori! Ma non una parola chiarì i miei pensieri continuai a camminare lasciandoti attrice di ieri Che anno è, che giorno è questo è il tempo di vivere con te le mie mani come vedi non tremano più e ho nell' anima in fondo all' anima cieli immensi, e immenso amore e poi ancora ancora amore amor per te fiumi azzurri e colline e praterie dove corrono dolcissime le mie malinconie l' universo trova spazio dentro me ma il coraggio di vivere quello ancora non c'è.

Was it funny? Share it with friends!